COSTITUZIONE DI FORME ASSOCIATIVE O CONSORTILI DI GESTIONE DELLE AREE SILVO-PASTORALI.

COSTITUZIONE DI FORME ASSOCIATIVE O CONSORTILI DI GESTIONE DELLE AREE SILVO-PASTORALI.CONTRIBUTO ALLE SPESE PARI AL 100%E’ stata disposta la proroga dei termini per la presentazione della domanda di partecipazione al Bando di selezione delle proposte progettuali per la costituzione di forme associative o consortili di gestione delle aree silvo-pastorali – FSC 2014-2020, POA sottopiano 3, al 12 febbraio 2021.

– Per ogni singola domanda di sostegno è prevista una copertura del 100% dei costi ammissibili e fino ad un massimo di euro 200.000,00 (duecentomila).

Per l’intervento di cui al punto 1 dell’articolo 3.3 del presente bando:

a) costi relativi ad attività promozionali, di informazione, di sensibilizzazione e animazione locale al fine di promuovere e diffondere la gestione forestale sostenibile, attraverso le forme associate o consortili delle proprietà silvo-pastorali;

b) costi per attività di studio, indagine, ricognizione e censimento dei beni sulla zona interessata dal progetto necessari: i) all’individuazione degli elementi costitutivi della struttura associativa o consortile di gestione delle proprietà silvo-pastorali, al fine di determinare una strategia di sviluppo locale volta a migliorare le modalità di gestione delle superfici interessate ed a valorizzare le vocazioni produttive e ambientali locali; ii) al miglioramento delle modalità di gestione delle superfici dei consorzi o delle forme associative già costituite;

c) costi di progettazione per la redazione di documenti preparatori per la costruzione della cartografia tematica del territorio forestale interessato e per l’attività di consultazione e aggiornamento dei dati catastali;

d) costi per l’acquisto di materiali e attrezzature necessari per le attività di gestione tecnico-amministrativa;

e) costi organizzativi di natura tecnica amministrativa per il coordinamento dei soggetti aderenti alla forma associativa costituita o costituenda.

– Per l’intervento di cui al punto 2 dell’articolo 3.3 del presente bando:

a) costi per attività di studio, indagine, ricognizione e censimento dei beni sulla zona interessata dal progetto, necessari: i) all’individuazione degli elementi costitutivi della struttura associativa o consortile di gestione delle proprietà silvo-pastorali, al fine di determinare una strategia di sviluppo locale volta a migliorare le modalità di gestione delle superfici interessate e a valorizzare le vocazioni produttive e ambientali locali; ii) al miglioramento delle modalità di gestione delle superfici dei consorzi o delle forme associative già costituite;

b) costi per spese amministrative relative alla costituzione e prima gestione di consorzi o di altre forme associative, variazioni statutarie di gestione di consorzi o di altre forme associative già costituite, spese notarili;

c) costi di progettazione per la redazione di documenti preparatori per la costruzione della cartografia tematica del territorio forestale interessato e per l’attività di consultazione e aggiornamento dei dati catastali;

d) costi per la redazione del piano pluriennale e della relazione tecnica illustrativa;

e) costi per l’acquisto di materiali e attrezzature necessari per le attività di gestione tecnico-amministrativa tra cui, a titolo esemplificativo, l’acquisto di strumentazione e programmi informatici (hardware e software);

f) costi organizzativi di natura tecnico-amministrativa per il coordinamento dei soggetti aderenti alla forma associativa costituita o costituenda.

CLICCA QUI PER LEGGERE IL BANDO DEL MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE

Dott. Alessio Santoni

Dott. Alessio Santoni , laureato in scienze agrarie , libero professionista

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle PlusYouTube

AREE MONTANE E AREE INTERNE DEL PAESE – BANDO DI SELEZIONE DELLE PROPOSTE PROGETTUALI PER LA COSTITUZIONE DI FORME ASSOCIATIVE O CONSORTILI DI GESTIONE DELLE AREE SILVO-PASTORALI

AREE MONTANE E AREE INTERNE DEL PAESE – BANDO DI SELEZIONE DELLE PROPOSTE PROGETTUALI PER LA COSTITUZIONE DI FORME ASSOCIATIVE O CONSORTILI DI GESTIONE DELLE AREE SILVO-PASTORALI – Ministero Politiche Agricole
«Multifunzionalita’ della foresta e uso sostenibile delle risorse rinnovabili nelle aree rurali» -SCADENZA 10 DICEMBRE 2020
CONTRIBUTO DEL 100% dei costi ammissibili e fino ad un massimo di euro 200.000,00 (duecentomila).
finalità:
• contrastare il frazionamento delle proprietà silvo-pastorali nelle aree montane e nelle aree interne del paese;
• incrementare la pianificazione e la gestione attiva del territorio avviando progettualità pluriennali di gestione;
• valorizzare le vocazioni produttive, ambientali e sociali locali;
• promuovere la creazione di nuove strutture associate o consortili per la gestione delle proprietà silvo-pastorali (pubbliche, private e collettive).
Il contributo è in conto capitale diretto alla realizzazione dei seguenti interventi:
1. animazione territoriale per la promozione della gestione sostenibile e la valorizzazione delle risorse silvo-pastorali di proprietà privata, pubblica e collettiva, conformemente alla sezione 2.6 degli Orientamenti dell’Unione europea per gli aiuti di Stato nei settori agricolo e forestale nelle zone rurali 2014-2020;
2. costituzione e prima gestione di forme associative o consortili a cui possono aderire i proprietari o gestori delle proprietà silvo-pastorali, pubbliche, private e collettive, singoli o associati, per la redazione di un piano pluriennale che favorisca una gestione attiva e sostenibile del patrimonio fondiario e lo sviluppo di filiere produttive ad essa legate, conformemente alla sezione 2.6 degli Orientamenti dell’Unione europea per gli aiuti di Stato nei settori agricolo e forestale nelle zone rurali 2014-2020.

CLICCA QUI PER LEGGERE IL BANDO DEL MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE

Dott. Alessio Santoni

Dott. Alessio Santoni , laureato in scienze agrarie , libero professionista

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle PlusYouTube

ARBORICOLTURA DA LEGNO – impianti realizzati con il contributo Programma pluriennale regionale attuativo del Reg. CE 2080/92 – REGIONE MARCHE.

ARBORICOLTURA DA LEGNO – impianti realizzati con il contributo Programma pluriennale regionale attuativo del Reg. CE 2080/92 – REGIONE MARCHE. ISTRUZIONI FONDAMENTALI PER POTER ABBATTERE LE PIANTE.
Tutti gli impianti di forestazione, tipo noceti, ciliegeti, o misti, realizzati con il contributo UE e che hanno raggiunto il 20 anno e quindi possono essere estirpati, la REGIONE MARCHE con la delibera n 400 del 03/04/2018 elenca tutta la prassi necessaria per ottenere i permessi di espianto.
Pertanto, per gli impianti/arboreti della tipologia “arboricoltura da legno”, realizzati-in attuazione del Reg. CEE 2080/92 e che hanno superato l’ obbligo di durata ventennale dell’ impianto, l’utilizzo finale potrà essere effettuato nei casi nei quali in presenza di una richiesta da parte dell’industria di trasformazione o di trancerie/segherie, documentabile tramite un contratto di fornitura/ritiro dei tronchi e in presenza di una percentuale > del 50 % di tronchi con diametro ( misurato a petto d’uomo) maggiore di 20 cm.
PER PRESENTARE LA DOMANDA IN REGIONE OCCORRE:
La richiesta da pal1e dell’ interessato deve essere corredata da :
a) un elaborato tecnico, finnato e timbrato da un libero professionista abilitato per le materie forestali, che deve contenere la descrizione e la quantifLcazione dei seguenti parametri: a l ) -Stima del legname Stima del legname compiuta attraverso i dati complessivi di intervento desunti dalla media delle misurazioni eseguite nelle aree di saggio per il/i complesso/ di progetto
b) a2) -Aree di saggio Almeno un’area di saggio ogni due ettari di superficie interessata dalla richiesta ,di forma quadrata di lato venti metri o circolare di raggio dieci metri.
c) a3) -planimetria in scala non inferiore a I :5.000, con riportata l’areale di intervento , la localizzazione ed identificazione delle aree di saggio e dei punti di vista fotografici; a4) -documentazione fotografica numerata (con riportati i numeri sulla planimetria ) contenente i punti di vista fotografici).


CLICCA QUI PER LEGGERE LA DELIBERA REGIONE MARCHE

Dott. Alessio Santoni

Dott. Alessio Santoni , laureato in scienze agrarie , libero professionista

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle PlusYouTube

PRASSI FORESTALI E RICHIESTA PERMESSI TAGLI FORESTALI

PRASSI FORESTALI E RICHIESTA PERMESSI TAGLI FORESTALI
Prescrizioni di Massima e Polizia Forestale (PMPF)
Le nuove Prescrizioni di massima e polizia forestale – Disciplina delle attività di gestione forestale della Regione Marche:
– LE PRINCIPALI REGOLE DA RISPETTARE PER LA
CORRETTA GESTIONE DEI BOSCHI DELLE MARCHE
– LE AUTORIZZAZIONI NECESSARIE A SECONDA
DEL TIPO DI INTERVENTO COLTURALE
– Campo di applicazione delle prescrizioni forestali
regionali
– Chi puo’ tagliare un bosco
– Tutte le varia azioni


CLICCA QUI PER LEGGERE LE DISPOSIZIONI

Dott. Alessio Santoni

Dott. Alessio Santoni , laureato in scienze agrarie , libero professionista

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle PlusYouTube

TESTO UNICO IN MATERIA DI FORESTE E FILIERE FORESTALI

TESTO UNICO IN MATERIA DI FORESTE E FILIERE FORESTALI.
(GU Serie Generale n.92 del 20-04-2018)

Entrata in vigore del provvedimento: 05/05/2018

testo di fondamentale importanza per il il settore forestale

 

CLICCA QUI PER LEGGERE IL TESTO

Dott. Alessio Santoni

Dott. Alessio Santoni , laureato in scienze agrarie , libero professionista

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle PlusYouTube