AZIENDA AGRICOLA MISTA , CON METODO BIOLOGICO E CONVENZIONALE.

ATTENZIONE ALLA NORMA DELLE “COLTURE PARALLELE” .Se un’azienda pratica tecniche coltivazione in biologico e in convenzionale su terreni diversi, ubicati su Comuni diversi, non può coltivare la stessa varietà su entrambi i terreni. Per quanto riguarda le piante, ciò si applica a varietà distinte facilmente distinguibili. Pertanto in via eccezionale è possibile coltivare su appezzamenti biologici ed appezzamenti convenzionali la stessa specie a condizione che le varietà coltivate siano differenti e facilmente distinguibili. Tutto ciò è indicato nell’articolo 11 REGOLAMENTO (CE) N. 834/2007 DEL CONSIGLIO del 28 giugno 2007relativo alla produzione biologica e all’etichettatura dei prodotti biologici e che abroga il regolamento(CEE) n. 2092/91

CLICCA QUI PER LEGGERE IL REGOLAMENTO DEL BIOLOGICO

Dott. Alessio Santoni

Dott. Alessio Santoni , laureato in scienze agrarie , libero professionista

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle PlusYouTube

PENSIONE ANTICIPATA : “OPZIONE DONNA”

Proroga dei termini per la maturazione dei requisiti richiesti per l’accesso alla pensione anticipata c.d. opzione donna di cui all’articolo 16 del decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 marzo 2019, n. 26In particolare, possono conseguire il trattamento pensionistico in esame, secondo le regole di calcolo del sistema contributivo previste dal decreto legislativo 30 aprile 1997, n. 180, le lavoratrici che, entro il 31 dicembre 2020, abbiano maturato un’anzianità contributiva minima di 35 anni e un’età anagrafica minima di 58 anni se lavoratrici dipendenti e di 59 anni se lavoratrici autonome.Tenuto conto della data del 1° gennaio 2021, di entrata in vigore della legge n. 178 del 2020, la decorrenza del trattamento pensionistico non può essere comunque anteriore al 1° febbraio 2021, per le lavoratrici dipendenti e autonome la cui pensione è liquidata a carico dell’assicurazione generale obbligatoria e delle forme sostitutive della medesima, e al 2 gennaio 2021, per le lavoratrici dipendenti la cui pensione è liquidata a carico delle forme esclusive della predetta assicurazione generale obbligatoria.Il trattamento pensionistico in esame, relativamente alle lavoratrici che hanno perfezionano i prescritti requisiti entro il 31 dicembre 2020, può essere conseguito anche successivamente alla prima decorrenza utile.Per quanto non diversamente previsto dalla presente circolare, si fa rinvio alle istruzioni diramate con le circolari n. 11 del 2019 e n. 18 del 2020.

CLICCA QUI PER LEGGERE LA CIRCOLARE INPS

Dott. Alessio Santoni

Dott. Alessio Santoni , laureato in scienze agrarie , libero professionista

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle PlusYouTube

PAC 2020: CONTROLLO ED ACCERTAMENTI, CALCOLO DEGLI SCOSTAMENTI CON RELATIVA PERCENTUALE DI DECURTAZIONE

Per la campagna 2020, inoltre, alcuni Organismi Pagatori (secondo quanto esposto nella tabella delle deleghe concordata a livello di coordinamento) hanno delegato ad AGEA l’esecuzione dei controlli in loco per l’accertamento dell’ammissibilità delle superfici agli aiuti richiesti nelle Domande che sono state presentate presso le proprie strutture. La necessità di adempiere ai controlli previsti dal SIGC in maniera omogenea sull’intero territorio nazionale comporta la necessità della condivisione, tra gli Organismi Pagatori e l’OC AGEA, delle regole interpretative della normativa Unionale in merito. Il campione di ammissibilità è stato estratto sulla base delle circolari Agea prot. n. 29080 del 27 aprile 2020 (Criteri di estrazione del campione anticipato), n.48123 del 22 luglio 2020 e n. 49653 del 28 luglio 2020 (Criteri di Estrazione del Campione); l’esito della superficie accertata viene registrato sul SIAN e messo a disposizione degli Organismi pagatori.

CLICCA QUI SOTTO PER LEGGERE LA CIRCOLARE AGEA

Dott. Alessio Santoni

Dott. Alessio Santoni , laureato in scienze agrarie , libero professionista

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle PlusYouTube

VITICOLTURA: Campagna viticola 2020-2021

VITICOLTURA: Campagna viticola 2020-2021fermentazioni e le rifermentazioni in deroga al normale periodo di vendemmiaÈ fissato al 30 giugno il termine ultimo per le fermentazioni e rifermentazioni dei vini a denominazione di origine e indicazione geografica con le menzioni “passito”, “vin santo”, “vendemmia tardiva” oppure facciano ricorso ad uve appassite o stramature nonché per i mosti di uve parzialmente fermentati con sovrapressione. Per i vini senza denominazione di origine e indicazione geografica, quali i vini ottenuti da uve appassite o vini per i quali il processo di vinificazione avviene in contenitori di terracotta o altre tipologie di recipienti riempiti di uva pigiata unitamente in bucce, il termine ultimo per le fermentazioni e rifermentazioni è fissato al 30 giugno. Per il vino DO Colli di Conegliano “Torchiato di Fregona”, infine, la data ultima per il procedimento è fissata al31 agosto.Come ogni anno il Mipaaf individua con un proprio provvedimento, d’intesa con le Regioni, le tipologie di particolari vini per le quali possa essere consentitala fermentazione o la rifermentazione oltre il termine ultimo del 31 dicembre.

CLICCA QUI PER LEGGERE IL COMUNICATO DELLE POLITICHE AGRICOLE

Dott. Alessio Santoni

Dott. Alessio Santoni , laureato in scienze agrarie , libero professionista

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle PlusYouTube

RIVALUTAZIONE TERRENI EDIFICABILI

RIVALUTAZIONE TERRENI EDIFICABILI: nuove regole e nuovi chiarimentiL’amministrazione finanziaria recepisce gli indirizzi della Corte di cassazione, secondo cui l’agevolazione non è persa anche se nell’atto di vendita non si fa riferimento al valore rideterminatoCon la circolare n.1 del 22 gennaio 2021, firmata dal direttore Ernesto Maria Ruffini, l’Agenzia delle entrate, alla luce dell’evoluzione della normativa e delle recenti decisioni delle sezioni unite della Cassazione, fornisce ulteriori chiarimenti in tema di rideterminazione del valore di partecipazioni non negoziate in mercati regolamentati e di terreni edificabili e con destinazione agricola, fornendo un quadro sistematico della materia e sciogliendo i dubbi specifici sull’argomento.

CLICCA QUI SOTTO PER LEGGERE LA CIRCOLARE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE

Dott. Alessio Santoni

Dott. Alessio Santoni , laureato in scienze agrarie , libero professionista

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle PlusYouTube

ESONERO STRAORDINARIO DEL VERSAMENTO DEI CONTRIBUTI PER DATORI DI LAVORI – SETTORE AGRICOLO

ESONERO STRAORDINARIO DEL VERSAMENTO DEI CONTRIBUTI PER DATORI DI LAVORI NEI SEGUENTI SETTORI:- filiere agrituristiche, apistiche, brassicole, cerealicole, florovivaistiche, vitivinicole, anche associate ai codici ATECO 11.02.10 e 11.02.20- filiere della pesca e dell’acquacoltura.Esonero straordinario dal versamento dei contributiprevidenziali e assistenziali a carico dei datori di lavoro, dovuti per il periodo dal 1° gennaio 2020 al 30 giugno 2020In caso di esito favorevole dell’istanza, la contribuzione riferita ai periodi retributivi dal 1° gennaio 2020 al 30 giugno 2020.In caso di contributi già versati potra’ essere compensati con la contribuzione in futuro dovuta dal datore di lavoro.

CLICCA QUI PER LEGGERE IL DECRETO

Dott. Alessio Santoni

Dott. Alessio Santoni , laureato in scienze agrarie , libero professionista

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle PlusYouTube

POLIZZE ASSICURATIVE PER ATTIVITA’ VENTORIA:

POLIZZE ASSICURATIVE PER ATTIVITA’ VENTORIA: Adeguamento dei massimali delle polizze assicurative previste per la responsabilita’ civile verso terzi derivante dall’uso delle armi o degli arnesi utili all’attivita’ venatoria.Art. 1 1. I massimali delle polizze assicurative previste per la responsabilita’ civile verso terzi derivante dall’uso delle armi o degli arnesi utili all’attivita’ venatoria, indicati all’art. 12, comma 8 della legge 11 febbraio 1992, n. 157 sono aggiornati ai seguenti valori: a) euro 903.283,12 per ogni sinistro, quale importo complessivo ripartito nel seguente modo: 1. euro 677.462,34, quale massimale di copertura per ogni persona danneggiata; 2. euro 225.820,78 quale massimale di copertura nel caso di danni ad animali o cose; 3. nonche’ di polizza assicurativa per infortuni correlata all’esercizio dell’attivita’ venatoria, con massimale di euro 90.328,31 per morte o invalidita’ permanente. Art. 2 1. L’adeguamento dei massimali assicurativi di cui al precedente art. 1, decorre dalla data di pubblicazione dello stesso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. 2. Il pagamento del rateo di premio, connesso all’adeguamento dei massimali dei contratti in corso alla data di entrata in vigore del presente decreto, potra’ essere riscosso dall’impresa di assicurazione alla prima scadenza utile.

CLICCA QUI PER LEGGERE IL DECRETO

Dott. Alessio Santoni

Dott. Alessio Santoni , laureato in scienze agrarie , libero professionista

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle PlusYouTube

SOSTEGNO ACCOPPIATO. DISCIPLINA ECONTROLLI PER LA CAMPAGNA 2020

di seguito il metodo su come verranno seguiti i controlli sui premi accoppiati : zootecnia, grano duro, preteoleaginose, riso, ecc.

CLICCA QUI PER LEGGERE LA CIRCOLARE AGEA

Dott. Alessio Santoni

Dott. Alessio Santoni , laureato in scienze agrarie , libero professionista

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle PlusYouTube

SOCIETA’ SEMPLICE

Applicabilità della valutazione “automatica” dell’articolo 34, comma 5, d.lgs. 31 ottobre 1990, n. 346, al valore dichiarato, in sede di donazione o dichiarazione di successione di quota di società semplice che non abbia redatto né bilancio nè inventario, con riguardo agli immobili della società.L’agenzia delle Entrate afferma quindi che nella fattispecie è applicabile l’articolo 34, comma 5 del Testo unico sulle successioni il quale dispone che non sono sottoposti a rettifica il valore degli immobili iscritti in catasto con attribuzione di rendita dichiarato in misura non inferiore a quello risultante con l’applicazione dei coefficienti catastali ivi previsti; la valutazione “catastale” non si applica per i terreni edificabili.

CLICCA QUI PER LEGGERE LA RISPOSTA DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE

Dott. Alessio Santoni

Dott. Alessio Santoni , laureato in scienze agrarie , libero professionista

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle PlusYouTube

SERVITU’ DI PASSAGGIO AGRICOLO CON REGISTRO : AL 9% E NON AL 15%.

All’atto costitutivo del diritto di servitù impresso su un terreno a destinazione agricola si applica l’aliquota dell’imposta di registro del 9 per cento e non l’aliquota del 15 per cento.Lo ammette l’agenzia delle Entrate nella risoluzione 4/E/2021, con la quale gli uffici periferici vengono invitati ad abbandonare il contenzioso derivante da avvisi di accertamento con i quali l’Agenzia ha preteso di applicare l’aliquota del 15 per cento.Per la servitù, secondo la Cassazione, non c’entra nulla la natura del fondo (agricolo o non agricolo) su cui la servitù è impressa: per essa si applica in ogni caso l’aliquota del 9 per cento e mai quella del 15 per cento perché la parola «trasferimento» deve essere intesa in senso stretto, non comprensiva del concetto di «costituzione di diritto reale».

CLICCA QUI SOTTO PER LEGGERE LA CIRCOLARE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE

Dott. Alessio Santoni

Dott. Alessio Santoni , laureato in scienze agrarie , libero professionista

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle PlusYouTube