Blog

Imprese agrituristiche e vitivinicole: esonero contributivo INPSscadenza 20 novembre

Il decreto Sostegni bis (decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73) ha disposto l’esonero dal versamento dei contributi previdenziali relativi alla mensilità di febbraio 2021, a favore dei datori di lavoro delle imprese delle filiere agricole appartenenti ai settori agrituristico e vitivinicolo, incluse le aziende produttrici di vino e birra. L’esonero è riconosciuto anche ai lavoratori autonomi in agricoltura.La circolare INPS 21 ottobre 2021, n. 156 fornisce le istruzioni operative riguardo all’ambito di applicazione delle disposizioni di legge, precisando i soggetti beneficiari, la misura dell’esonero, le risorse stanziate e la compatibilità con la normativa in materia di aiuti di Stato.Per accedere al beneficio i datori di lavoro dovranno presentare la domanda utilizzando lo specifico modulo telematico “Esonero Art. 70 D.L. n. 73/2021”, che sarà reso disponibile dall’Istituto nel Portale delle Agevolazioni (ex “DiResCo”).Per i lavoratori autonomi iscritti alla Gestione dei contributi e delle prestazioni previdenziali dei coltivatori diretti, mezzadri e coloni, il modulo “Esonero Art. 70 D.L. n. 73/2021” sarà reso disponibile nel Cassetto previdenziale Autonomi in agricoltura, all’interno della sezione “Comunicazione bidirezionale”, selenzionando la voce “Invio comunicazione”.La disponibilità del modulo per la presentazione delle domande sarà comunicata con un apposito messaggio, nel quale saranno fornite anche le indicazioni operative e le istruzioni contabili. L’istanza dovrà essere presentata entro 30 giorni dalla data di pubblicazione del messaggio.

CLICCA QUI PER LEGGERE LA CIRCOLARE INPS

VITICOLTURA: SOSTEGNO AL SETTORE VITIVINICOLO. SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDE SUL SIAN IL 15 NOVEMBRE

SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDE SUL SIAN IL 15 NOVEMBRE

CONTRIBUTO:

il 40% della spesa effettivamente sostenuta, per investimenti realizzati da micro, piccole o medie imprese (cfr. paragrafo 5.1.1);

il  20% della spesa effettivamente sostenuta, per investimenti realizzati da imprese classificabili come intermedie (cfr. paragrafo 5.1.1);

il 19% della spesa effettivamente sostenuta, per investimenti realizzati da un’impresa classificabile come grande impresa (cfr. paragrafo 5.1.1).

La misura prevede il sostegno per investimenti materiali o immateriali in impianti di trattamento, in infrastrutture vinicole e nella commercializzazione del vino, diretti a migliorare il rendimento globale dell’impresa e il suo adeguamento alla richiesta di mercato e ad aumentare la competitività delle imprese anche al fine di migliorare i risparmi energetici, l’efficienza energetica globale nonché trattamenti sostenibili. Gli investimenti finanziati con la misura riguardano la produzione o la commercializzazione dei prodotti vitivinicoli di cui all’allegato VII parte II del regolamento (UE) n. 1308/2013.

Destinatari del bando : Imprenditori agricoli, ai sensi dell’art. 2135 del c.c., singoli o associati  e  Imprese di trasformazione.

CLICCA QUI PER LEGGERE IL BANDO

Agevolazioni acquisto prima casa under 36

Per i giovani con meno di 36 anni e con Isee fino a 40mila euro annui, il Decreto Sostegni bis ha previsto l’esenzione dall’imposta di registro, ipotecaria e catastale per l’acquisto della prima casa. In caso di acquisto soggetto a Iva, è riconosciuto un credito d’imposta di ammontare pari al tributo corrisposto in relazione all’acquisto. Esenti dall’imposta sostitutiva, inoltre, i finanziamenti erogati per l’acquisto, la costruzione e la ristrutturazione delle abitazioni. Le agevolazioni si applicano agli atti stipulati tra il 26 maggio 2021 e il 30 giugno 2022

CLICCA QUI PER LEGGERE LA CIRCOLARE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE

DOMANDA UNICA 2021 (DOMANDA PAC) : DAL 16 OTTOBRE AL VIA GLI ANTICIPI DEL CONTRIBUTO

A decorrere dal 16 ottobre 2021, anticipi fino al 70% dei pagamenti diretti nell’ambito dei regimi di sostegno elencati nell’allegato I del Reg. (UE) n. 1307/2013 per quanto riguarda le domande presentate nel 2021.

L’erogazione degli anticipi è subordinata alle verifiche delle condizioni di ammissibilità di cui all’art. 74 del Reg. (UE) n. 1306/2013. Sono resi disponibili nell’ambito delle funzionalità SIAN riservate agli Organismi pagatori gli esiti dei controlli SIGC.

CLICCA QUI PER LEGGERE LA CIRCOLARE AGEA

CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO – SOSTEGNI BISAGENZIA DELLE ENTRATE: anche per aziende agricoledomande dal 15 ottobre al 13 dicembre 2021

Le nuove agevolazioni spettano ai soggetti esercenti attività d’impresa, arte e professione o che producono reddito agrario, titolari di partita Iva e residenti o stabiliti in Italia, che nel 2019 abbiano conseguito un ammontare di ricavi o di compensi fra dieci e quindici milioni di euro. Ulteriore requisito per la richiesta del contributo “Sostegni” è l’aver registrato un calo di almeno il 30 per cento tra l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dell’anno 2020 e quello dell’anno 2019, mentre ulteriore requisito per la richiesta del contributo “Sostegni-bis alternativo” è l’aver registrato un calo di almeno il 30 per cento tra l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo 1° aprile 2020 – 31 marzo 2021 e quello del periodo 1° aprile 2019 – 31 marzo 2020. Non possono accedere ai contributi i soggetti la cui attività e partita Iva non risulti attiva alla data di entrata in vigore dei rispettivi decreti-legge, gli enti pubblici (art. 74 del Tuir), gli intermediari finanziari e le società di partecipazione (art. 162-bis del Tuir).

CLICCA QUI PER LEGGERE LA CIRCOLARE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE

DENUNCIA DEI REDDITI “730”: Accesso a precompilata di contribuente deceduto

E’ possibile accedere, visualizzare, accettare o modificare e inviare la dichiarazione precompilata del contribuente deceduto (provvedimento dell’Agenzia delle entrate del 7 maggio 2021). Per fare questo, tuttavia, l’erede deve essere stato abilitato. L’abilitazione va chiesta personalmente presso un qualsiasi ufficio territoriale dell’Agenzia delle entrate, esibendo la documentazione attestante la propria condizione di erede (o una dichiarazione sostitutiva con la quale attestare questa condizione). In alternativa, l’erede può inviare la richiesta all’ufficio territoriale tramite Pec, sottoscrivendola digitalmente (sul sito dell’Agenzia sono reperibili indirizzi e Pec degli uffici). L’abilitazione è valida fino al 31 dicembre dell’anno in cui è stata rilasciata. Si ricorda, infine, che se un erede, autorizzato all’accesso, ha già inviato la dichiarazione precompilata riferita alla persona deceduta oppure l’ha accettata o ha iniziato a modificarla, gli altri eredi autorizzati all’accesso possono comunque visualizzarla e stamparla, ma non possono inviarla. Per consentire l’invio a un altro erede abilitato, l’erede che ha già effettuato l’accesso deve prima rinunciare attraverso un’apposita funzionalità presente nell’applicativo web.

CLICCA QUI PER LEGGERE LA CIRCOLARE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE

AGRITURISMI CON CODICE ATECO: 55.20.52 ATTIVITA’ DI ALLOGGIO CONNESSE ALLE AZIENDE AGRICOLE

Sbloccati i fondi per assegnazione dei contributi a ristoro dei mancati introiti determinati dalle conseguenze della pandemia.

PRESENTAZIONE DOMANDE: Dalle ore 12 del prossimo venerdì 15 alle ore 17 del 29 ottobre, tramite lo sportello telematico che sarà disponibile sul sito del ministero del Turismo.

Le strutture ricettive sono tenute a riportare l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi relativi al 2019 e al 2020.

L’assegnazione dei contributi non terrà conto della data di ricezione delle istanze e sarà definita in seguito all’istruttoria effettuata sulle domande pervenute.

CLICCA QUI PER LEGGERE IL COMUNICATO DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE

SOTTOPRODOTTI DELLA VINIFICAZIONE

DISPOSIZIONI PER L’USO AGRONOMICO DIRETTO DEI SOTTOPRODOTTI DELLA VINIFICAZIONE In applicazione dell’articolo 5, comma 4, del DM n. 5396 del 27/11/2008 modificato dal DM n. 7407 del 04/08/2010 – I° aggiornamento – REGIONE MARCHEGli usi alternativi previsti (articolo 5, comma 1 del DM n. 5396/2008 modificato dal DM n. 7407/2010) sono:

a) Uso agronomico diretto;

b) Uso agronomico indiretto;

c) Uso energetico;

d) Uso farmaceutico;

e) Uso cosmetico.

CLICCA QUI PER LEGGERE LA DIRETTIVA DELLA REGIONE MARCHE DA PAGINA 29

Donazione fondi a parenti stretti: con continuità d’impresa, esentasse

Al fine di favorire la continuità dell’impresa agricola, anche se condotta in forma di società di persone, gli atti relativi ai beni costituenti l’azienda, ivi compresi i fabbricati, le pertinenze, le scorte vive e morte e quant’altro strumentale all’attività aziendale oggetto di successione o di donazione tra ascendenti e discendenti entro il terzo grado sono esenti dall’imposta sulle successioni e donazioni, dalle imposte catastali, di bollo e soggetti alle sole imposte ipotecarie in misura fissa qualora i soggetti interessati siano:

a) coltivatori diretti ovvero imprenditori agricoli a titolo principale, che non hanno ancora compiuto quaranta anni, iscritti alle relative gestioni previdenziali, o a condizioni che si iscrivano entro tre anni dal trasferimento;

 b) giovani che non hanno ancora compiuto i quaranta anni a condizione che acquisiscano la qualifica di coltivatore diretto o di imprenditore agricolo a titolo principale entro ventiquattro mesi dal trasferimento, iscrivendosi alle relative gestioni previdenziali entro i successivi due anni».

Il successivo secondo comma dello stesso articolo 14, dispone «che le agevolazioni sono concesse a decorrere dal 1999, a condizione che i soggetti di cui al medesimo comma si obblighino a coltivare o condurre direttamente i fondi rustici per almeno sei anni.

CLICCA QUI PER LEGGERE LA RISPOSTA DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE