REGIONE MARCHE BOLLETTINO NITRATI DEL 27/11/2020

BOLLETTINO NITRATI DEL 27/11/2020 – REGIONE MARCHEAttenzione ai giorni consentiti per la concimazione azotate in zone ZVN. BOLLETTINO VALIDO DAL 27 AL 30 NOVEMBRE .

CLICCA QUI PER LEGGERE IL BOLLETTINO

Dott. Alessio Santoni

Dott. Alessio Santoni , laureato in scienze agrarie , libero professionista

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle PlusYouTube

EPOCA DI EMISSIONE FATTURA

La Cassazione: l’Iva si applica già all’esecuzione dei serviziInteressante articolo de “Il Sole 24 Ore”.L’ordinanza 26650 della Cassazione potrebbe legittimare contestazioni di omessa fatturazione per tutte le situazioni in cui, pur essendo eseguita la prestazione, non sia ancora stato incassato il relativo corrispettivo.

La Cassazione, sottolinea che il momento d’effettuazione delle prestazioni di servizi, ai fini della loro rilevanza Iva, va individuato con riferimento al «materiale espletamento dell’operazione, e non a quello del pagamento del corrispettivo».

QUINDI LA FATTURA VA EMESSA ALL’ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO O VENDITA DEL BENE , E NON NEL MOMENTO DELL’INCASSO.

CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO DE IL SOLE 24 ORE

Dott. Alessio Santoni

Dott. Alessio Santoni , laureato in scienze agrarie , libero professionista

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle PlusYouTube

BOLLETTINO NITRATI DEL 24 NOVEMBRE – ZONE ZVN REGIONE MARCHE: AREE IN CUI E’ CONSENTITA LA CONCIMAZIONE AZOTATE IN ZONE ZVN

E’ consentita la concimazione solamente nella Zona 3 provincia Ancona “costa”.Agugliano, Ancona, Barbara, Belvedere Ostrense, Camerano, Camerata Picena, Castelbellino, Castelfidardo, Castelleone di Suasa, Castelplanio, Chiaravalle, Corinaldo, Falconara Marittima, Filottrano, Jesi, Loreto, Maiolati Spontini, Monsano, Monte Roberto, Monte San Vito, Montecarotto, Montemarciano, Morro d’Alba, Numana, Offagna, Osimo, Ostra, Ostra Vetere, Poggio San Marcello, Polverigi, San Marcello, San Paolo di Jesi, Santa Maria Nuova, Senigallia, Serra de’ Conti, Sirolo, Staffolo, Trecastelli.In tutte le altre zone in ZVN non è consentita la distribuzione di concime azotato.

CLICCA QUI PER LEGGERE IL BOLLETTINO NITRATI DELLA REGIONE MARCHE

Dott. Alessio Santoni

Dott. Alessio Santoni , laureato in scienze agrarie , libero professionista

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle PlusYouTube

CAMPAGNA ASSICURATIVA ANNO 2021 PER COLTURE AGRARIE

Prima di stipulare le polizze assicurative per l’anno 2021 occorre presentare la “MANIFESTAZIONE INTERESSI” dal proprio CAA in cui è detenuto il fascicolo aziendale.Quindi proceduralmente prima si fà:1 – manifestazione di interessi2 – PAI3 – domanda di sostegno4 – domanda di pagamentoal fine di ottenere il contributo da parte di AGEA per aver stipulato la polizza assicurativa.

CLICCA QUI PER LEGGERE LA CIRCOLARE AGEA

Dott. Alessio Santoni

Dott. Alessio Santoni , laureato in scienze agrarie , libero professionista

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle PlusYouTube

CONZIONALITA’: NORME DA RISPETTARE AI FINI DELLA DOMANDA PAC (DOMANDA UNICA), DOMANDA BIOLOGICO, ECC.

Sono uscite le norme del rispetto della condizionalità ai fini del contributo Pac (domanda Unica), biologocio, ecc.: il non rispetto causa decurtazione nella riscossione di tali contributi. Mi raccomando da leggere ed applicare.

CLICCA QUI PER LEGGERE LE NORME GENERALI

CLICCA QUI SOTTO PER LEGGERE LE NORME SULLA CONDIZIONALITA’ PREVISTE DALLA REGIONE MARCHE

Dott. Alessio Santoni

Dott. Alessio Santoni , laureato in scienze agrarie , libero professionista

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle PlusYouTube

COLTIVATORI DIRETTI E IAP Vendita anticipata di terreni acquistati con agevolazione fiscale :all’agricoltore (iscritto all’INPS in qualità di coltivatore diretto o IAP) ancora uno sconto

L’imprenditore agricolo che, prima del decorso di cinque anni dall’acquisto agevolato di terreni da coltivare, è costretto a rivenderli, decade dai benefici previsti per la valorizzazione per la piccola proprietà contadina, ma compensa lo sconto fiscale ricevuto versando il Registro nella misura del 9 e non del 15 per cento. La decadenza dalle agevolazioni per alienazione anticipata, infatti, non cambia la qualifica di imprenditore agricolo professionale del contribuente. Qualifica che consente, appunto, l’applicazione dell’aliquota del 9% per il recupero dell’imposta di registro pagata nella misura dell’1% sull’originario atto d’acquisto.L’aliquota del 9%, continua l’Agenzia, si applica sia nell’ipotesi di rinuncia alle agevolazioni, esercitata espressamente nell’atto di trasferimento, sia in quella di decadenza dai benefici per la cessione dei terreni prima che siano trascorsi cinque anni dall’acquisto. A ben vedere, infatti, tale decadenza non determina un cambio di qualifica del venditore, che resta comunque imprenditore agricolo professionale. L’aliquota del 15% (articolo 1, comma 3, della Tariffa, parte prima, allegata al Tur) è prevista, infatti, solo per i trasferimenti di terreni agricoli in favore di soggetti diversi dai coltivatori diretti o dagli imprenditori agricoli professionali.

CLICCA QUI SOTTO PER LEGGERE LA RISPOSTA ALL’INTERPELLO DA PARTE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE

Dott. Alessio Santoni

Dott. Alessio Santoni , laureato in scienze agrarie , libero professionista

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle PlusYouTube

USUCAPIONE

Usucapione, escluso l'”animus possidendi” se l’intestatario continua a esercitare i diritti di proprietà. La Sentenza Cassazione Civile n. 21568 del 07/10/2020 ha negato il diritto di usucapione per l’utilizzo di una porzione di terreno per passaggio, in quanto il proprietario continuava a pagare le dovute tasse ed imposte come previsto per legge e che comunque i testimoni avevano confermato che l’utilizzo del terreno era stato concesso dal proprietario solamente per puro “favore” al passaggio e all’utilizzo del porzione di terreno.

CLICCA QUI E LEGGI

Dott. Alessio Santoni

Dott. Alessio Santoni , laureato in scienze agrarie , libero professionista

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle PlusYouTube

REQUISITO DI AGRICOLTORE ATTIVO AI FINI DELLA RICHIESTA DOMANDA “PAC” (DOMANDA UNICA) PER AZIENDE CON FATTURATO INFERIORE AI 7000 € ANNUI .

Per le aziende agricole con fatturato inferiore ai 7000 € annui, esentati dalla dichiarazione IVA e dallo Spesometro, ai fini della riscossione della domanda PAC (Domanda Unica) devono allegare la dichiarazione di essere “Agricoltore Attivo”. Tale dichiarazione sostitutiva ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000n. 445, con la quale l’agricoltore dichiara di essersi avvalso dell’esenzione dalla presentazione della dichiarazione annuale IVA e della comunicazione polivalente relativa all’anno precedentequello di presentazione della domanda unica, deve essere sempre accompagnata, nessun caso escluso, da fatture e bollette doganali o comunque documentazione fiscale/contabile relativa all’attività agricola svolta. QUINDI OCCORRE ALLEGARE LE FATTURE DI VENDITA.

CLICCA QUI PER LEGGERE LA CIRCOLARE AGEA PER IL REQUISITO DI AGRICOLTORE ATTIVO

Dott. Alessio Santoni

Dott. Alessio Santoni , laureato in scienze agrarie , libero professionista

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle PlusYouTube

PSR: i bandi psr funzionano se ben adattati alle esigenze delle aziende agricole.

I PSR funzionano: basta utilizzarli con cura, in base alle esigenze aziendali.

Dott. Alessio Santoni

Dott. Alessio Santoni , laureato in scienze agrarie , libero professionista

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle PlusYouTube

PUA: PIANO DI UTILIZZAZIONE AGRONOMICA – INTEGRAZIONI DA PARTE DELLA REGIONE MARCHE

PUA: PIANO DI UTILIZZAZIONE AGRONOMICA – INTEGRAZIONI DA PARTE DELLA REGIONE MARCHEProgramma d’azione zone vulnerabili da nitrati di origine agricola della regione Marche: integrazioni tecnicheIl Piano di Utilizzazione Agronomica degli effluenti di allevamento, acque reflue e del digestato ha la finalità di fornire alle impresa agricola, informazioni ed indicazioni puntuali utili a garantire leseguenti condizioni:a) esecuzione di un accurato bilanciamento degli elementi fertilizzanti.b) adozione di corrette modalità di utilizzo;Si tratta di un elaborato professionale, sottoscritto da un professionista competente in materia agroforestale e dovrà essere allegato alla Comunicazione Nitrati tramite SIAR – gestione Nitrati.La valutazione dell’attitudine di un “sito” allo spandimento ed all’utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento deve essere effettuata sulla base di alcune sue caratteristiche morfologiche, chimiche, fisiche e biologiche.1) Rischio di inondazione del sito.2) Capacità di infiltrazione degli effluenti.3) Capacità di ritenzione idrica.5) Capacità depurativa del suolo6) Tabella finale di interpolazione per la valutazione dell’attitudine dei siti all’utilizzazione agronomica delle matrici organiche di cui al DM 25/2/2016– Struttura minima di un Piano di Utilizzazione Agronomica (PUA).DATI IDENTIFICATI AZIENDA AGRICOLAIl titolare dell’azienda agricola responsabile dello spandimento, dovrà indicare i dati di seguito elencati:a) Superficie Agricola Totale (ha)b) Superficie Agricola Utilizzata (S.A.U.) (ha)c) Superficie compresa in Zona Vulnerabile da Nitrati (ha)d) Ordinamento colturale per U.T.A. e per annoe) Quantità di effluente destinato allo spandimento in termini di volume e Kg/ha di azoto al campo. – GESTIONE DELLE TERREELABORAZIONE DEL PIANO DI FERTILIZZAZIONE AZOTATAIl piano dovrà essere sviluppato per UTA aziendale per un periodo minimo di 5 anni.Le sostanze nutritive ed ammendanti utilizzate, dovranno svolgere un ruolo utile al suolo agricolo, producendo un effetto concimante, ammendante, o correttivo, in conformità ai fabbisogni quantitativi etemporali delle colture (Titolo 1 DM Mipaaf – Art. 1). Parte A – Esecuzione di un accurato bilanciamento degli elementi fertilizzanti.A1 – Osservazioni pedologicheA2 – GeomorfologiaA3 – Idrologia A4 – “Sistemi Colturali” aziendali adottato con particolare riferimento alle coltivazioni praticate e loro avvicendamento. A5 – Calcolo dei fabbisogni colturali di azoto. Algoritmo di calcolo. A6 – Efficienza dell’azoto apportato coi fertilizzanti– Adozione di corrette modalità e tecniche di spandimento agronomico delle matrici organiche.DOCUMENTO DI TRASPORTO materiale Nella fase di trasporto è vietata la miscelazione degli stessi con acque di vegetazione o reflui agroindustriali di cui al D.lgs. 152/06, e devono essere rispettati accorgimenti tecnici e gestionali atti alimitare l’emissione di odori molesti.Il documento di trasporto deve accompagnare sempre il movimento dei materiali organici al di fuoridell’area di produzione.Dovrà essere compilato in ogni sua parte, in triplice copia, conservato per 5 anni ed esibito in caso di controllo. Delle tre copie: una copia sarà conservata a cura del titolare dell’impianto/allevamento (produttore); una copia sarà conservata dal trasportatore, tale copia dovrà accompagnare il trasporto deimateriali organici al sito di spandimento; una copia sarà conservata dal titolare del sito di spandimento.Il trasporto con mezzo proprio degli effluenti su un sito di spandimento di proprietà dell’azienda, può non essere accompagnato dal documento di trasporto è sufficiente una copia della Comunicazione.

CLICCA QUI PER LEGGERE IL DOCUMENTO DELLA REGIONE MARCHE

Dott. Alessio Santoni

Dott. Alessio Santoni , laureato in scienze agrarie , libero professionista

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle PlusYouTube